Sergio Fumich è nato a Trieste nel 1947. Ha svolto attività pubblicistica dal 1978 al 1995 come collaboratore del quotidiano di Lodi Il Cittadino. È stato direttore responsabile di alcuni fogli locali e della rivista di poesia Keraunia. Ha pubblicato libri di poesia e di racconti, libri di fotografia e grafica, libri ed opuscoli divulgativi.

Identificativo SBN: IT\ICCU\CFIV\106311
ISNI: 0000 0000 3584 7165



ARTICOLI INTERVENTI

:: SUL PEZZO
:: El Nost Mangià
:: Cronache Naturali
:: Altri Articoli su Il Cittadino
:: Lettere a Il Cittadino
:: Articoli su Fatti e Parole
:: Articoli su Youreporter
   Trieste
   Brembio
   Altro
:: Articoli su BrembiOggi
:: Note su Facebook
:: Aforismi
:: Dieci anni in politica locale

GIORNALE DI BORDO DI UN COMUNE LODIGIANO ALLA DERIVA

L'idea di BrembiOggi, blog ospitato sul server di Altervista.org, era quella di dare una precisa e puntuale informazione ai cittadini di Brembio su quanto avveniva nel comune lodigiano particolarmente ad opera dell'amministrazione municipale. Non solo, dunque, articoli sull'attualità delle diverse problematiche che interessavano la qualità di vita della popolazione, ma anche la pubblicazione di documenti amministrativi e la spiegazione dei loro contenuti e del loro significato riguardo la quotidianità della gente. Il primo articolo, Forse alle calende greche, fu pubblicato il 2 giugno 2018. Il blog inoltre intendeva fornire anche un piccolo notiziario, la situazione meteorologica settimanale del territorio e raccogliere video e gallerie di immagini riguardanti Brembio, presenti in siti online.

INDICE DEGLI ARTICOLI

:: Ripubblicato quel Diabolik di Don Camillo - 13 agosto 2018.
:: Creare uno sgambatoio richiesta risibile? - 10 agosto 2018.
:: I misteri di Palazzo Andreani - 9 agosto 2018.
:: Lo steccato della Vistarina. I costi - 8 agosto 2018.
:: Trattori e devozione religiosa - 30 luglio 2018.
:: Segnaletica per la ciclopedonale di Via Roma - 28 luglio 2018.
:: Il Guerini della Festa smentito dai senatori del PD - 27 luglio 2018.
:: Zibaldone di frasi memorabili della Festa - 25 luglio 2018.
:: Sogir in liquidazione e intanto noi paghiamo - 22 luglio 2018.
:: L'iter senza fine della strada agricola - 21 luglio 2018.
:: Il Comune investe in telecamere - 21 luglio 2018.
:: Dedicata a Giancarlo Sozzi la Festa dell'Unità - 19 luglio 2018.
:: Razzia di rame al cimitero. Un aggiornamento - 17 luglio 2018.
:: Ladri di rame devastano nella notte il cimitero - 16 luglio 2018.
:: La fusione con Casale era davvero il male? - 15 luglio 2018.
:: Se l'erba che non voglio non cresce in Comune - 9 luglio 2018.
:: Bergomi l'Angelo di Brembio - 27 giugno 2018.
:: Ventiquattromila euro buttati alle ortiche - 23 giugno 2018.
:: I migranti salvano il bilancio di Brembio - 21 giugno 2018.
:: Non scherziamo con le ludopatie - 20 giugno 2018.
:: Tempo di nuovi look e speccietti per le allodole - 20 giugno 2018.
:: Forse alle calende greche - 20 giugno 2018.

INDICE DEI DOCUMENTI

SEZIONI DEL SITO

:: HOMEPAGE
:: Edizioni curate
:: Fotografia
   Gallerie
:: Poesia
   Testi online
:: Ritagli e Lettere
:: Rivista Keraunia
::
Traduzioni
:: Saggi
:: Scacchi
:: Sul pezzo
:: Video Clip
:: Visual Art
   Gallerie
   Libri
   Video
:: Preferenze
   Filmati



GIORNALE DI BORDO DI UN COMUNE LODIGIANO ALLA DERIVA


BERGOMI L'ANGELO DI BREMBIO

Angelo Bergomi, blogger di Brembio, come ama definirsi, appassionato di fotografia, pubblica da tempo puntualmente, sul suo diario di Facebook, piccoli e grandi eventi, fatti e curiosità, resoconti di manifestazioni interessanti ed altre notizie utili per la cittadinanza brembiese, sempre corredate da immagini di qualità, informazioni che spesso difficilmente trovano spazio nei quotidiani locali tra le veline che arrivano da Palazzo Andreani. E anche quando vengono riprese, non trovano il minimo cenno di un riconoscimento dovuto, forse anche per la sua modestia ed il suo dichiarato non voler comparire. Anche se non pubblica più, se non raramente, resoconti delle sedute del consiglio comunale, è uno dei rarissimi spettatori dell'evento ed unica fonte esterna di quanto accada nell'aula consiliare. Il suo ricco archivio fotografico, poi, è certamente una testimonianza della quotidianità nel tempo della Brembio recente, ed è davvero strano che nessuno tra gli organizzatori locali di eventi culturali, la Biblioteca, la Parrocchia, operatori scolastici, associazioni, abbia mai pensato ad esempio di coinvolgerlo realizzando una mostra fotografica di suoi scatti per far riflettere il paese sulla sua evoluzione nell'ultimo decennio e sui problemi che sono l'attualità per i suoi abitanti.
Oltre ai ringraziamenti di prammatica nei commenti su Facebook da parte di quanti, persone e associazioni, sono stati celebrati per la validità delle iniziative nei suoi resoconti o attraverso le sue fotografie, recentemente sono anche arrivati dei riconoscimenti pubblici alla sua attività di cronista locale. Un riconoscimento comunale è arrivato, quasi in sordina, attraverso un piccolo riquadro nella pagina centrale della Gazzetta di Brembio nel numero di dicembre 2017: "Si ringrazia ANGELINO BERGOMI per i suoi servizi fotografici durante le varie manifestazioni". Un secondo riconoscimento, più recente, è stato dato a Bergomi il 26 maggio scorso dalla Protezione Civile di Brembio, una targa che esprime il riconoscimento per l'opera di divulgazione dell'attività dell'organismo (vedi la foto a destra).
Angelo Bergomi anche se raccoglie ogni tipo di fatto, racconta su Facebook le positività di Brembio, particolarmente quelle che, per il disinteresse e spesso l'assenza di chi dovrebbe incoraggiarle pubblicamente, non hanno grande audience nella popolazione locale nonostante la loro valenza di qualità. È, insomma, una sorta di angelo dei brembiesi che mostra ad essi le cose di valore che sono sotto i loro occhi perché tutti si sforzino di preservarle, di ricavare dal positivo il massimo per elevarsi dal degrado che circonda la quotidianità.
Ad esempio il 16 giugno ha pubblicato un servizio fotografico sul concerto di inizio estate della Banda Cilea che si è tenuto nel chiostro di Palazzo Andreani il 9 giugno scorso. "Un direttore straordinario, il maestro Claudio Montironi, ha contribuito a rendere il concerto indimenticabile, dirigendo una trentina di ottimi orchestrali con un'attenzione scrupolosa e sensibile a colori e fraseggio; tanto che per bravura hanno brillato anche gli orchestrali e non solo gli ottoni", ha commentato. "E non è cosa da poco. A loro è andato il caloroso plauso del pubblico presente".
Il 26 giugno ha raccontato un evento straordinario, l'installazione di un defibrillatore pubblico al servizio della comunità Brembiese: "Collocato all'ingresso della farmacia, proprio ad angolo con piazza Matteotti, è il defibrillatore messo a disposizione, in caso di bisogno, dalla dott. Adriana Botti per ogni evenienza di carattere cardiaco. È stato installato dai tecnici venerdì pomeriggio sulla parete rivolta verso la piazza, ed ora è al servizio di tutti". Nel post anche una breve intervista alla dottoressa Botti che, tra l'altro ha spiegato: "Di problemi cardiaci ne sentiamo parlare ogni giorno, e sovente con gravi conseguenze. A volte basta poco per dare un aiuto a chi ne ha bisogno. Mi sono impegnata con l'Associazione dei Farmacisti, di cui faccio parte, e di comune accordo ci siamo attivati in tal senso: mettere a disposizione della popolazione in pieno centro, un mezzo tecnologico che sia di aiuto in caso di necessità. Come già è presente in altri ambienti frequentati dai Brembiesi".
O ancora, il 3 giugno un resoconto fotografico della tredicesima Marcia Dei Colori: "Battuto ogni record: novecentonovantotto, fra i quali moltissimi bambini, sono stati gli iscritti alla tredicesima edizione della Marcia Dei Colori Brembiese; con molta soddisfazione da parte degli organizzatori. Il gruppo Marciatori Brembio, oltre sessanta persone, si è mobilitato per accogliere i numerosi podisti arrivati in maggior parte dalla provincia di Lodi e dalle provincie vicine. Al gruppo Marciatori vanno aggiunti numerosi volontari e la Protezione Civile, i quali, nei punti nevralgici, hanno saputo dare indicazioni per un corretto svolgimento della manifestazione. Cinque rinnovati percorsi da poter scegliere: 2, 4, 7, 14 e 21 km, snodati su secolari stradine sterrate immerse nella campagna Brembiese, han dato modo ai partecipanti di osservare da vicino rigogliosi angoli verdi e cascinali d'altri tempi; un mondo distintivo di questo territorio che man mano va scomparendo".
E ancora oggi ecco da Angelo Bergomi una buona notizia: "La Provincia di Lodi riasfalta la rotonda del Garibaldino, Sistemando i tombini e rattoppando le buche". Così spiega i lavori: "Con le casse vuote, per far fronte alle brecce e con le strade piene di buche, la Provincia di Lodi altro non ha potuto fare che qualche rattoppo, giungendo a una messa in sicurezza di questi giorni dello svincolo viabilistico".





Il sito non utilizza cookie, però add-on di terze parti presenti su alcune pagine potrebbero farne uso.
Se prosegui la navigazione del sito acconsenti l'uso di eventuali cookie di terze parti.

Pagine visitate: 3133706

© Sergio Fumich 1987-2019